Bonèt-Dessert piemontese all’amaretto

written by Jana 5 aprile 2016

Bonèt-Dessert piemontese

Era da un po’ che qui a casa mi veniva domandato un budino per merenda; non sono un’amante dei budini e dunque l’idea di prepararne uno non mi esaltava. Poi mi sono ricordata di una ricetta che avevo visto tempo fa di un dolce piemontese simil budino a base di cacao ed amaretto; i dessert all’amaretto sono invece tra i miei preferiti. Così, ho pensato che era una buona occasione per provarlo. Ed ecco che vi racconto del mio esperimento-bonèt! Premetto che probabilmente quello che è venuto fuori non ha nulla a che vedere con il vero bonèt che solo una vera madama potrebbe servire; ma l’aspetto è dignitoso, al palato è piacevole…direi che ci possiamo accontentare!

Se volete preparare un bonèt come quello fatto da me vi occorrono:

-5 uova;

-500 cl di latte;

-140 gr di amaretti più altri quattro o cinque per decorare;

-80gr di cacao amaro;

-380gr di zucchero.

Nel  bonèt originale ci va anche il rum, ma da me siamo tutti astemi ed il sapore del liquore può rendermi detestabile qualunque cosa, dunque ho scelto di non utilizzarlo (vi ho già detto che verrà buono ma diverso  dall’originale!).

Procedimento

Innanzitutto mettiamo i nostri amaretti in un canovaccio pulito e schiacciamoli fino a quando non li avremo ridotti in polvere; in una ciotola montiamo le uova assieme a 300gr di zucchero e quando avremo ottenuto un impasto cremoso ed omogeneo aggiungiamo gli amaretti in polvere ed il cacao setacciato. Amalgamiamo bene il tutto ed aggiungiamo il latte a filo.

Mettiamo da parte l’impasto e con gli 80gr di zucchero rimasti, prepariamo il caramello. In un pentolino, mettiamo a scaldare lo zucchero con 40gr di acqua e quando notiamo che inizia a sciogliersi, mescoliamo con un cucchiaio di legno. Una volta che avrà assunto una consistenza molto liquida, senza grumi ed un colore ambrato, il caramello sarà pronto! Continuiamo a mescolare ancora un po’ e poi passiamo a caramellare lo stampo del nostro bonèt. Dopo averlo lasciato ancora qualche istante a raffreddarsi, aggiungiamo il composto di prima e mettiamo lo stampo dentro una teglia più grande e piena d’acqua  per almeno la metà; prepariamo una sorta di bagnomaria. Fatto questo, inforniamo a 150° per un’ora circa. Quando sarà pronto, basterà tirarlo fuori dallo stampo e decorarlo a piacimento con gli amaretti messi da parte! Se poi, prima di gustarlo volete metterlo in frigo per qualche ora tanto meglio!

Dite che mi è venuto bene?

Bonèt

 

Bonèt

Personalmente sono soddisfatta del risultato.

Piacevolissima merenda, specialmente avendo gustato assieme un ottimo caffè aromatizzato al caramello: abbinamento che vi consiglio assolutamente.

Buona giornata, miei cari!

 

Potrebbero interessarti anche

1 comment

Annamaria B. 5 aprile 2016 at 20:01

Mamma mia che foto da mangiare!!!!!!

Reply

Leave a Comment