Caffè aromatizzati: da provare!

written by Jana 29 Aprile 2016
Caffè aromatizzati

Caffè aromatizzati

Di recente, ho scoperto un nuovo modo di bere il caffè piuttosto affascinante; avete mai provato i caffè aromatizzati? Devo ammettere di averne sentito parlare più e più volte ma forse per forza dell’abitudine, forse perchè il caffè è caffè e basta, mi sono sempre rifiutata di provarli. Ed è con mia grande sospresa che adesso posso ammettere di essermi sempre sbagliata!

Sono stata di nuovo da “Alla Corte del Tè” e questa volta, mentre facevo la solito scorta di rooibos e tè vari, mi è caduto l’occhio su delle mensole in basso sulle quali erano poggiati dei grandi barattoli neri in latta. Leggo un’etichetta: caffè al caramello. Nella mia testa scatta il paradosso dato che “il caffè si beve al naturale” e “adoro tutto ciò che sappia di caramello”. Mi decido a comprarlo, piuttosto incuriosita. E magicamente dopo averlo assaggiato scelgo a ruota torroncino, pistacchio, cioccolato e così via. Vi racconto la mia esperienza ed i miei consigli su

Caffè aromatizzati

Come gustarli al meglio

Caramello: Il primo che ho provato, appunto. Davvero goloso, però a mio parere il caramello nel caffè può essere stucchevole quindi per assaporarlo al meglio è preferibile fare una miscela di caffè aromatizzato e non; la proporzione corretta secondo me è 40% caramello e 60% classico, poi naturalmente è questione di gusti. Il vantaggio dell’aroma al caramello è che, rendendo il caffè già naturalmente dolce, potete ridurre lo zucchero che mettete abitualmente o addirittura eliminarlo. Io l’ho trovato perfetto con il bonèt ma è ottimo in generale con budini e torte al cioccolato.

Cioccolato: Piacevole, intenso ma al punto giusto. Più che a colazione, l’ho trovato perfetto a merenda, magari al posto del classico tè delle cinque. E infatti accompagnato da semplici biscottini da tè è perfetto. Se poi sono biscotti casalinghi appena sfornati…

Pistacchio: Quello al pistacchio non mi ha fatto impazzire, devo ammetterlo; però in generale non vado matta per il pistacchio. Comunque l’ho apprezzato come caffè di fine pasto perchè è piuttosto delicato ma lascia comunque in bocca quel retrogusto che basta a soddisfare la voglia di dolce che spesso ci assale dopo pranzo. Ottimo compromesso tra il nulla per non strafare e il dessert ipercalorico. Lo consiglio abbinato a dei savoiardi.

Vaniglia: Dolciastro, gradevole. Ottimo a colazione, quando fuori fa freddo ma non piove. Anche in questo caso, secondo me va zuccherato pochissimo e durante la preparazione aggiungerei due-tre cucchiaini di miscela classica. L’ho felicemente abbinato ad una crostata alle fragole.

Torroncino: Questo, signori, merita un applauso. L’ho scelto annusandone la confezione, ha un odore incredibile. Il sapore è delizioso, non so definirne gli aromi ma mi ricorda molto qualcosa di misto tra la nocciola ed il cacao: sublime! Lo considero una vera coccola, perfetto in qualsiasi momento ne abbiate bisogno. Sicuramente vi farà iniziare la giornata alla grande, soprattutto se lo abbinate ad un muffin alla vaniglia o ad un plumcake allo yogurt, che sono dolci semplici e spezzano bene.

Cosa ne pensate dei caffè aromatizzati?

Ne conoscete altri con aromi diversi?

Buona giornata, amici cari.

Potrebbero interessarti anche

3 comments

Delia 4 Maggio 2016 at 19:27

Io ho assaggiato di recente quello al torroncino e devo dire che sono rimasta…..deliziata per il gusto rimasto in bocca per molto tempo dopo…. .Penso si debbano provare tutti ed è quello che farò appena posso… .

Reply
Vera 8 Maggio 2016 at 12:39

Io ho provato l’aromatizzato al peperoncino 🙂 Davvero squisito

Reply
Alessandra Ingemi 26 Maggio 2016 at 10:45

Io l’ho provato alla cannella 😉 è un’alternativa moolto esotica !!

Reply

Leave a Comment