Perché fare colazione fuori casa

written by Jana 8 giugno 2016
Colazione fuori

Colazione fuori

La fantastica vignetta realizzata da Silvia Lonardo di Cose da mamme per Colazione da Jana rende perfettamente l’idea del mio concetto di “colazione fuori” ovvero un ottimo motivo per alzarsi la mattina. Quanti di voi ci si ritrovano? Io alzo la mano per prima!

Colazione fuori

Devo ammettere che, anche se raramente riesco a concedermi il tempo di una colazione in pasticceria, la mattina mi alzo comunque prestissimo per fare colazione, anche semplicemente a casa (e perché continuo a sostenere che troppe ore di sonno siano uno spreco di tempo, non odiatemi!). Se però può capitare che l’eccessiva stanchezza mi tenga a letto più di quanto consentano le mie rigorosissime manie mattiniere, basta un invito a colazione…et voilà! In un battito di ciglia sono già bella e pronta come la ragazza nella terza vignetta; Direi che è il metodo migliore per tirarmi fuori dal letto! Che ne pensate?

Perché fare colazione fuori?

A volte la colazione fuori, che sia in pasticceria, o al bar o dove volete ma lontano da casa (così non dovrete lavare i piatti, rifletteteci!), può essere un vero toccasana. Come sapete, io senza colazione non riesco a partire; ne ho bisogno per cominciare bene la giornata, o per cominciare e basta. Se però so che si prospetta una giornata particolarmente impegnativa, cerco assolutamente di trovare il tempo per farla fuori.

Uscire di casa presto la mattina, può fare molto bene a livello fisico ed anche mentale. Poche cose sono rigeneranti come l’aria fresca e la quiete delle prime ore del mattino! Se poi ci concediamo una coccola speciale, come un croissant sfogliato accompagnato un cappuccino a regola d’arte allora il gioco è fatto!

In tutto questo, come dicevo sopra, non avremo neanche il pensiero dei piatti sporchi nel lavello. Seppur piccolo è comunque un vantaggio! Piuttosto che impiegare quei cinque minuti a lavare i piatti, possiamo impiegarli per percorrere la strada tra casa nostra ed il locale scelto. Il tempo impiegato per la nostra colazione sarà più o meno lo stesso, ma certamente trarremo molti più benefici!

Inoltre, scegliendo un posto che frequentiamo spesso, è probabile che il personale ci riservi qualche sorriso ed una breve ma piacevole conversazione mattutina. Anche risvegliare la predisposizione ai rapporti sociali sarà meno traumatico del solito!

Vedete, sono tanti piccoli dettagli che possono fare la differenza, appena svegli la mattina.

Cosa ne pensate della mia terapia della “colazione fuori”?

Secondo me, almeno una volta ogni tanto, tutti ne avremmo bisogno!

Buona colazione, amici cari!

Potrebbero interessarti anche

1 comment

Delia 9 giugno 2016 at 22:40

Condivido questa “sweet therapy” :anche i pigri come me dovrebbero ogni tanto… !!!!

Reply

Leave a Comment