Dolcificare senza usare lo zucchero si può

written by Jana 11 febbraio 2017
Dolcificare

Dolcificare senza lo zucchero

Quante volte avete tentato di eliminare lo zucchero dalla vostra dieta ma con scarsi risultati? Il vero problema è che non ci si riesce ad abituare a sapori meno dolci, così utilizzare lo zucchero per dolcificare caffè, bevande e via dicendo risulta ovvio e scontato.

Da pochissimo, ho iniziato una sorta di esperimento alimentare (di cui vi parlerò a breve) che prevede la totale eliminazione di zucchero e sale dall’alimentazione. Sebbene il Metodo Jana sia stato fondamentale nell’eliminazione dello zucchero dal caffè, per tutto il resto mi sono posta il problema: rinunciare a torte e biscottini o cercare di trovare una valida alternativa?

In realtà di alternative ne ho trovate ben tre; sono tutte naturali quindi facilmente assimilabili da nostro organismo ed ovviamente più salutari del classico zucchero.

Parliamo di dolcificare con sciroppo d’acero, sciroppo d’agave e stevia.

Dolcificare

Sciroppo d’acero

Lo sciroppo d’acero, noto per il suo classico abbinamento ai pancakes americani, è un ottimo dolcificante naturale. Oltre ad evitare il processo di glicazione (che è il reale motivo per cui lo zucchero andrebbe evitato) favorisce il metabolismo ed è fonte di vitamine, minerali ed antiossidanti. Può essere usato per guarnire dolci, macedonie di frutta fresca o ancora per dolcificare tè caldo o latte.

Sciroppo d’agave

Lo sciroppo d’agave viene ricavato dalla linfa di una pianta messicana, l’agave blu. Riesce a dolcificare più del classico zucchero senza però alterare i sapori ed è molto solubile; ha un bassissimo indice glicemico, infatti possono utilizzarlo tranquillamente anche i diabetici. Personalmente l’ho trovato ottimo nel caffè e nella preparazione di biscotti. L’unico problema dello sciroppo d’agave è che, nonostante sia un prodotto naturale, quello in commercio pare subisca trattamenti chimici e venga lavorato ad alte temperatura, disperdendo così vitamine e nutrienti. In ogni caso risulta decisamente più salutare dello zucchero raffinato.

Stevia

La stevia, ha un che di miracoloso. Infatti, oltre ad avere un potere dolcificante di duecento volte superiore a quello dello zucchero, è assolutamente priva di calorie. Pensate che due gocce di stevia (due gocce!) equivalgono ad un cucchiaino di zucchero. Anch’essa a basso indice glicemico e quindi adatta ai diabetici, si presta bene alla preparazione di torte, muffin e plumcake. L’unica pecca è il retrogusto, vagamente di liquirizia, che se per alcuni può risultare valore aggiunto, per altri può diventare fastidioso. Meglio utilizzarla tenendo presenti dei buoni accostamenti di sapore.

Potrebbero interessarti anche

1 comment

Senza sale e zucchero: un mese di astinenza » Colazione da Jana 16 febbraio 2017 at 17:19

[…] ho già parlato dei dolcificanti alternativi e questi in effetti mi hanno aiutata tanto; ho iniziato l’esperimento circa due settimane fa […]

Reply

Leave a Comment