Dopo un mese senza sale e zucchero: i miei risultati

written by Jana 26 marzo 2017

Dopo un mese senza sale e zucchero: i miei risultati

Se non fosse chiaro dalla foto, il mese di astinenza da sale e zucchero è finalmente giunto al termine. Dopo un mese di enormi sacrifici (considerate che di mezzo c’è stato anche il carnevale!) sono tornata alla mia solita dieta. O quasi.  Perché se è vero che il mese è terminato, il mio approccio al cibo è mutato del tutto. Ma andiamo con ordine.

Dopo

Dopo un mese senza sale e senza zucchero

Come vi ho spiegato, eliminare sale e zucchero non è equivalso a bere il caffè amaro o evitare di salare la pasta; fosse stato questo, poco male. Il fatto è che ho eliminato sale e zucchero totalmente, nel senso che tutto ciò che ho mangiato in questo mese non li conteneva.  E mi sono resa conto di una cosa fondamentale, ovvero che i benefici ricavati non sono dovuti all’assenza di queste due sostanze bensì al fatto che eliminandole non puoi che mangiare in maniera salutare!

Infatti, scegliendo di omettere dalla dieta sale e zucchero, eliminiamo a priori la possibilità di consumare cibi preconfezionati. O almeno un buon 90%.

Dunque, praticamente tutto quello che ho mangiato in  questo mese è stato prodotto da me, con ingredienti scelti da me e quindi selezionati, e senza troppe lavorazioni.  Insomma, solo cose salutari!

Va da sé che eliminando qualsiasi tipo di cibo spazzatura per un mese i risultati sono evidenti!

Ed infatti ecco che cosa ho ottenuto mangiando bene per un solo mese:

-Circa tre chili in meno;

-Pancia assolutamente piatta;

-Miglioramento dell’aspetto della buccia d’arancia sui punti critici;

-Generale  sensazione di benessere e leggerezza.

Dunque, ne è valsa la pena? Sì, a livello fisico ne è sicuramente valsa la pena. 

Ma direi che ne è valsa la pena anche  a livello mentale. Perché indubbiamente è migliorata la mia forza di volontà; credetemi che resistere a deliziose colazioni o merende in pasticceria non è affatto facile, così come non lo è dire di no davanti ad un vassoio di dolci offerto insistentemente. E poi, volete mettere, cucinare tutto ma proprio tutto partendo da zero per un intero mese? Sicuramente è stato soddisfacente esserci riuscita.

Morale della favola: ho tratto talmente tanti benefici che sì, ho deciso che continuerò a mangiare senza sale se zucchero. Se non altro, cercando di concedermi ogni tanto uno sfizio come la classica colazione con cappuccino e croissant.

 

 

Potrebbero interessarti anche

1 comment

Delia 9 aprile 2017 at 21:24

Non potrei vivere senza sale e zucchero,ma che non facciano proprio bene alla salute,e’ una innegabile verità…. Vedro’ di ridurre le quantità….

Reply

Leave a Comment