Porridge: la zuppa d’avena a colazione

written by Jana 26 febbraio 2017
Porridge

Porridge: la zuppa d’avena a colazione

Oggi sono arrivata a tre settimane di totale astinenza da sale e zucchero. Come sapete, la sfida dura un mese e sebbene vi abbia già parlato delle enormi difficoltà del mangiare senza sale, anche togliere lo zucchero non è stata una passeggiata, specialmente per la Signora della Colazioni. Per fortuna, oltre ad aver sperimentato mille ricette di torte e biscotti senza zucchero, ho scoperto il porridge, che in queste settimane mi ha letteralmente salvata.

Cos’è il porridge?

Porridge

Il porridge non è altro che una deliziosa zuppa d’avena, perfetta a colazione e adatta proprio a tutti. Detto così non sembra particolarmente allettante, ma il bello è che potete arricchire questa zuppa a vostro piacimento. 

Innanzitutto è velocissima da preparare; infatti, è sufficiente mettere la sera prima in un pentolino circa 40gr di avena con qualche cucchiaio d’acqua (giusto da arrivare a ricoprirla in superficie). La mattina seguente basterà aggiungere il latte che preferite, che sia vaccino, di soia o d’avena non fa differenza) e lasciare a scaldare per tre o quattro minuti.

A questo punto arriva il bello. Infatti, una volta preparata la zuppa potete arricchirla come più vi piace; potete sbizzarrirvi con frutta fresca o frutta secca, scaglie di cioccolato, spezie e tutto ciò che vi piace di più. E naturalmente, se volete addolcirla un po’, basterà aggiungere un cucchiaio di sciroppo d’acero o miele ed il gioco è fatto. 

Come potete immaginare, ho fatto mille esperimenti.

Porridge

Le dosi per il porridge che preferisco (naturalmente in base ai miei gusti) sono queste:

-40gr di avena;

-30ml di latte;

-una pera kaiser;

-mezzo cucchiaino di cannella;

-un cucchiaino di cacao amaro;

-un cucchiaio di mandorle in scaglie;

-un cucchiaio di sciroppo d’acero.

Dopo aver preparato la zuppa, mescolate tutto ed il gioco è fatto. Rigorosamente senza sale e zucchero aggiunti!

Inoltre, è una colazione completa dal punto di vista nutrizionale, e rende davvero sazi. In questo modo, arrivare all’ora di pranzo senza cedere a sfiziosi spuntini è molto più semplice!

E voi avete mai provato il porridge? Se sì, come lo preparate abitualmente? Che abbinamenti preferite?

 

Potrebbero interessarti anche

Leave a Comment