Rooibos-Cos’è e le sue proprietà

written by Jana 25 marzo 2016

Rooibos

Qualche mese fa passeggiando per Mestre ho notato un negozietto mai visto prima e attratta dalla vetrina piena di meravigliose teiere e tazze, sono entrata incuriosita. Era in effetti proprio il primo giorno d’apertura di questo splendido negozio (N.B. Alla Corte del Tè…ma di questo vi parlerò un’altra volta perché è un posto che merita proprio un bell’articolo!). La proprietaria mi accoglie cortesemente domandando se gradisco un sorso di tè aromatizzato o del rooibos. “Rooibos? E che è?” ho pensato. Dopo aver chiesto maggiori informazioni ed averne appreso benefici e qualità, decido di provarlo. Posso solo dirvi che è stato amore! Da quella volta in poi, nella mia dispensa non è mai mancato ed ogni volta che ho ospiti a colazione non faccio che propinarlo (è questione di diffonderne la cultura…) decantandone le qualità più disparate. Perché il rooibos è davvero un infuso dalle infinite proprietà. Ma partiamo dalle basi.

Che cos’è il rooibos?

Rooibos

Il rooibos è un’infuso ricavato dalle foglie di una pianta sudafricana, l’aspalathus linearis. Poiché è conosciuto anche come “tè rosso africano”, è spesso scambiato appunto per tè, ma è importante sottolineare che non è assolutamente così. Infatti il rooibos non contiene teina, caffeina o altre sostanze eccitanti.

Due righe di storia, giusto per farci un’idea: Da sempre è stato ampiamente utilizzato in alcune zona del Sudafrica ma la sua diffusione in Europa e nel resto del mondo risale appena al secolo scorso. Inizialmente, veniva utilizzato come sostituto economico del tè nero dai coloni olandesi in Sudafrica; ma è solo nei primi anni del ‘900 che un colono di origine russa iniziò a venderlo, prima ai coloni stessi e poi all’estero.

Bene. Ma allora,

Cosa rende questo rooibos così “speciale”? 

                DSC_0784     DSC_0831

No, cari miei, il rooibos è un infuso veramente eccezionale, una panacea, direi. Pensate che le sue foglie ricchissime di antiossidanti, contengono anche magnesio, calcio, ferro, potassio e vitamina C. Tantissima vitamina C. Per intenderci, una tazza di rooibos può averne la stessa quantità di tre arance; è praticamente privo di calorie ed è un ottimo alleato contro il colesterolo. Sembra che un uso continuativo di questa bevanda riesca a diminuirlo notevolmente! Distende la muscolatura, apportando vari benefici a chi soffre di problemi intestinali, e rilassa il sistema nervoso, quindi è un ottimo ansiolitico! Inoltre, favorisce il sonno e può essere dato tranquillamente ai bambini in sostituzione della camomilla, che magari non a tutti  piace.

Non vi ho ancora convinti? Io credo che dopo aver letto qui, dovrebbe quantomeno esservi venuta la curiosità di provarlo. Se così non fosse, non mi resta che invogliarvi elogiandone il dolcissimo sapore! Ebbene, sì. Perché il rooibos è naturalmente dolce, e quindi ottimo da bere senza l’aggiunta di zucchero! Dalle note fruttate,  si trova in commercio abbinato ai sapori più disparati (ne ho trovato uno con papaya e liquirizia che è il massimo!); ma è davvero piacevole anche bevuto al naturale. Inoltre, altra caratteristica interessante specialmente per chi come me ha spesso la testa fra le nuvole, se vi dimenticate di togliere la bustina o l’infusore dalla tazza dopo i cinque minuti consigliati, il sapore non viene assolutamente alterato a differenza, ad esempio, del tè che diventa quasi imbevibile.

Dunque, ricapitolando :una bevanda naturale, ricca di antiossidanti, minerali, vitamina C, ottima contro lo stress e per di più buonissima e assolutamente ipocalorica.

State ancora leggendo? Correte a provarlo!

Potete trovarlo in erboristeria, in bustine o sfuso, ed anche nei supermercati più forniti.

Assaggiate e…fatemi sapere!

Un abbraccio, amici miei!

Potrebbero interessarti anche

5 comments

luigina 30 marzo 2016 at 19:15

domani compro sto’ rooibos…

Reply
Annamaria B. 4 aprile 2016 at 19:44

Deve essere buono,lo comprerò.

Reply
Vera 7 aprile 2016 at 17:39

Davvero interessante, è uno dei miei tè preferiti!

Reply
Caffè aromatizzati « Colazione da Jana 29 aprile 2016 at 20:52

[…] di nuovo da “Alla Corte del Tè” e questa volta, mentre facevo la solito scorta di rooibos e tè vari, mi è caduto l’occhio su delle mensole in basso sulle quali erano poggiati dei […]

Reply
Torta leggera senza uova, latte e burro » Colazione da Jana 23 settembre 2016 at 7:21

[…] manciata di pinoli sparsi un po’ tra la torta ed il piatto, e per accompagnarla, un delizioso rooibos all’arancia mi è sembrato […]

Reply

Leave a Comment