Senza sale e zucchero: un mese di astinenza

written by Jana 16 febbraio 2017
Senza sale e senza zucchero

Senza sale e senza zucchero: un mese di astinenza

Che sale e zucchero non siano l’ideale per linea e salute, non è un segreto. Ma è possibile riuscire a farne a meno del tutto? In realtà, lo scoprirò molto presto direttamente sulla mia pelle; perché, udite udite, ho deciso di tentare un esperimento e rimanere per un mese intero senza sale e senza zucchero.

Perché questa decisione?

In realtà, come ho già detto, si tratta di portare avanti questo esperimento per un mese, dunque non è una cosa definitiva. Nonostante ciò, chi lo sa? Magari dopo un mese il mio palato sarà talmente abituato che sceglierò di continuare a star senza. E sicuramente iniziare a vederne i benefici sarà d’aiuto! Perché, se l’idea mi è venuta per caso, trovandomi sotto gli occhi due articoli rispettivamente sui danni del troppo sale e dello zucchero, il pensiero di dire addio a qualche chilo guadagnando in salute è molto allettante.

Ma la vera domande è: Ce la farò?

Obiettivamente, sembra una cosa da pazzi, soprattutto per la Signora delle Colazioni in persona. Perché se c’è una cosa che mi ha fatto dubitare di poterci riuscire del tutto è proprio questo aspetto.

Mi sono domandata: Che cosa mangerò a colazione?

Vi ho già parlato dei dolcificanti alternativi e questi in effetti mi hanno aiutata tanto; ho iniziato l’esperimento circa due settimane fa e con mia grande sorpresa me la sto cavando benissimo.

Quello che non salta subito all’occhio è la difficoltà dello stare senza sale. Perché, se aggirare il mio palato con dolci e dolcificanti alternativi non è stato poi difficile, rinunciare al sale, all’inizio, implica sforzi inimmaginabili.

Ho sempre preferito fare tutto in casa e comprare meno prodotti finiti possibili, ma da quando ho tolto il sale questa è diventata un’esigenza. Perché il sale si trova veramente ovunque, anche nei prodotti che non immagineremmo mai. E quindi, da due settimane a questa parte sono stata ai fornelli come mai in vita mia. Via a pane, pizza e piadine fatte in casa, ma anche passati di verdura, sughi, maionese, hummus e qualsiasi altra cosa possa venirvi in mente. 

Sono due settimane che non mangio, neppure per sbaglio, prodotti finiti. E la soddisfazione è grandissima, tanto grande da spingermi a continuare. Non vi nascondo che a volte è dura, ma è anche questo il bello della sfida. 

Secondo voi ce la farò? E soprattutto, dopo questo mese, continuerò a mangiare senza sale e zucchero o sceglierò di riintrodurli nella mia dieta? Intanto i due chili in meno mi spronano a continuare…

Intanto, eccovi una colazione tipo senza sale e senza zucchero:

Senza sale e senza zucchero

Pancakes di Kamut con sciroppo d’acero e lamponi, e latte di mandorla con caffè.

Colazione senza zucchero sì, ma assolutamente deliziosa!

Potrebbero interessarti anche

3 comments

Porridge: la zuppa d'avena a colazione » Colazione da Jana 26 febbraio 2017 at 15:53

[…] sono arrivata a tre settimane di totale astinenza da sale e zucchero. Come sapete, la sfida dura un mese e sebbene vi abbia già parlato delle enormi difficoltà del […]

Reply
La torta perfetta: Deliziosa senza lievito, zucchero, uova, burro, latte e glutine. » Colazione da Jana 28 febbraio 2017 at 10:12

[…] quasi un mese di astinenza da sale e zucchero, innumerevoli sono stati i miei esperimenti culinari; naturalmente alla ricerca della qualità […]

Reply
Dopo un mese senza sale e zucchero: i miei risultati » Colazione da Jana 26 marzo 2017 at 17:34

[…] non fosse chiaro dalla foto, il mese di astinenza da sale e zucchero è finalmente giunto al termine. Dopo un mese di enormi sacrifici (considerate che di mezzo […]

Reply

Leave a Comment